Blitz quotidiano
powered by aruba

Donna incinta morta a Milano: indagati medici e ostetriche

MILANO – Claudia Bordoni è la donna incinta di 36 anni morta alla clinica Mangiagalli di Milano per complicazioni legate alla gravidanza. Per la sua morte sono indagati due medici e due ostetriche della clinica con l’accusa di omicidio colposo, mentre la Procura di Milano ha disposto l’autopsia sul corpo della donna e delle gemelle che portava in grembo e che sono morte con lei.

Il sito di Repubblica nell’edizione di Milano scrive che la donna è morta il 28 aprile scorso dopo essere stata ricoverata alla clinica Mangiagalli e dopo altre visite agli ospedali San Raffaele e di Busto Arsizio:

“Le iscrizioni sono a garanzia in vista della autopsia fissata per giovedì prossimo e sono tutte legate all’ultimo ricovero della donna. Non risultano indagati del San Raffaele e dell’ospedale di Busto Arsizio, le altre due strutture sanitarie alle quali Claudia Bordoni si era rivolta.

Gli avvisi di garanzia arriva dopo l’ispezione da parte dei tecnici del ministero e dei carabinieri dei Nas sia alla Mangiagalli sia al San Raffaele. Nel corso della perquisizione la procura di Milano ha acquisito tutte le cartelle cliniche della paziente e altra documentazione”.


PER SAPERNE DI PIU'