Blitz quotidiano
powered by aruba

Droni si schiantano in giardino durante il pranzo di Pasqua

VICENZA – Sono piombati giù all’ora di pranzo, uno dopo l’altro, proprio mentre la famiglia Dalla Riva stava festeggiando la Santa Pasqua. Non erano colombi della pace, bensì due droni: si sono fracassati al suolo nel giardino della loro casa in via San Valentino a Santorso, in provincia di Vicenza. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito o coinvolto nello schianto, ma tanta è stata la paura.

Quando la famiglia Dalla Riva si è precipitata in cortile ha visto i due aerei telecomandati sparsi in mille pezzi: il primo, più grande, un drone di tre metri circa, con finto pilota incluso (un manichino), e il secondo, più piccolo. Hanno procurato danni alle auto parcheggiate e agli impianti elettrici. Poco dopo sul posto sono giunti carabinieri e i legittimi proprietari degli alianti. Si sono scusati e accordati sull’ammontare dei danni da pagare.

Da luglio 2015 il nuovo regolamento Enac, l’Ente nazionale per l’aviazione civile, ha ammesso l’uso dei droni in città, con le dovute limitazioni del caso. Un drone con un peso inferiore ai 300 grammi che non abbia velocità superiore ai 60 km orari. Il pilota in questo caso non ha necessità di ottenere attestati, e può volare liberamente su zone urbane, sempre che non siano presenti assembramenti consistenti di persone.