Blitz quotidiano
powered by aruba

Emanuele Martini ucciso con 8 colpi di pistola in Colombia

SANTIAGO DI CALI – Un italiano di 44 anni, Emanuele Martini, è stato ucciso a Santiago di Cali in Colombia mentre si trovava nella sua auto, fermo al semaforo. Un’altra macchina gli si è affiancata e il passeggero ha sparato una raffica di colpi contro Martini. L’omicidio sarebbe avvenuto mercoledì scorso: Emanuele è stato crivellato da ben otto colpi.

L’Ambasciata, secondo quanto si apprende dalla Farnesina, sta seguendo il caso attivamente sin dal primo momento ed è in contatto con i familiari della vittima sia in Colombia sia in Italia. La salma è ancora a disposizione delle autorità locali per le procedure di rito. Martini, secondo quanto si apprende, viveva in Colombia da diversi anni.

Spiega La Repubblica 

La polizia locale non ha dubbi sul fatto che Martini fosse il bersaglio dell’azione. Topografo di professione, Emanuele Martini si era trasferito in Colombia cinque anni fa per stare con una colombiana di Puerto Tejada di cui si era innamorato e con lei aveva aperto una pizzeria che gli aveva consentito in poco tempo di affermarsi e mettere soldi da parte per comprare un appartamento. Secondo quanto riportato dai quotidiani locali, a un certo punto la compagna, cui era intestata la pizzeria, aveva venduto tutto ed era ripartita per l’Italia con la figlia.

Martini avrebbe cercato di rimettersi in piedi economicamente, per tornare anche lui in Italia, ma l’incontro con quella che divenne sua moglie lo avrebbe convinto a rinviare il progetto. Da allora avrebbe svolto diversi lavori come dipendente di un autolavaggio e autista e infine avviato un’attività di trasporto con un piccolo bus. Gli investigatori sospettano che per far questo abbia chiesto un prestito a persone legate alla criminalità e che proprio dietro questo prestito possa nascondersi il movente dell’omicidio. Ma la moglie esclude questioni di debito e parla invece di vecchi rancori. La donna è stata messa sotto protezione.

A quanto riferiscono i giornali colombiani, infatti, l’anno scorso Martini aveva avuto una lite con il proprietario del mezzo che guidava e in una discussione sfociata in lite era stato gravemente ferito a un occhio da un colpo di pistola. Stando al racconto di parenti citati dai giornali, la vittima si sarebbe rivolta alla magistratura per avere assistenza per la disabilità riportata, ma non avrebbe ottenuto alcun aiuto.