Blitz quotidiano
powered by aruba

Enjoy, troppi incidenti: in arrivo scatole nere su auto a noleggio

ROMA – Troppi incidenti col car sharing. O almeno questa è la preoccupazione di Enjoy, il servizio di condivisione auto di Eni lanciato in partnership con Fca e Trenitalia, che ha deciso di installare sulle ormai inconfondibili Fiat 500 rosse una scatola nera. E’ la stessa che molte assicurazioni auto propongono ai propri utenti in cambio di uno sconto sulla polizza o maggiori confort. In questo modo, spiega la società, “vogliamo controllare la corretta guida dei piloti” e verificare l’esatta dinamica degli incidenti.

La sensazione, è inutile negarlo, è che chi usa il car sharing presti meno attenzione alla guida perché tanto l’auto non è sua e non sarà tenuto a ripagarla in caso di eventuali danni. In realtà, non esiste un dato certo che certifichi un maggior numero di incidenti delle vetture in car sharing rispetto a quelle di proprietà, perché al momento le società che offrono tali servizi non hanno ancora prodotto statistiche sui sinistri.

Intanto però meglio correre ai ripari: l’annuncio è giunto pochi giorni fa agli iscritti Enjoy. Scatole nere su tutte le 500 rosse saranno installate entro luglio. Con una raccomandazione: “Per la tua sicurezza e per quella degli altri ricordati di adottare sempre uno stile di guida responsabile”.

Jacopo Ricca sul quotidiano la Repubblica osserva che nella sola Torino sono stati diversi gli incidenti che hanno visto coinvolte le 500 rosse e non solo.

L’ultimo caso risale al 25 giugno quando nella centralissima via Giolitti due Cinquecento, una del servizio di noleggio Enjoy e l’altra privata, si sono scontrate all’incrocio con via Accademia Albertina. Una donna è rimasta gravemente ferita nello scontro e la polizia municipale è tutt’ora al lavoro per ricostruire quale dei due mezzi non abbia rispettato il semaforo rosso. Solo dall’inizio del 2016, almeno altri due incidenti che hanno richiesto l’intervento dei vigili hanno visto coinvolte le 500 rosse, in un caso una di queste si era addirittura inerpicata su un palo del semaforo: “Non credo si possa dire se sono più soggette le macchine di un servizio o di un altro. Sicuramente i mezzi a noleggio a tempo hanno avuto diversi incidenti e la scatola nera può essere utile sia per ricostruire la dinamica che per invitare gli utenti alla prudenza” ragiona Ivo Berti, dirigente della polizia municipale”