Cronaca Italia

Ennio Doris: “Facevo il porta a porta e sognavo una banca”. E quel debito…

Ennio Doris: "Facevo il porta a porta e sognavo una banca". E quel debito...

MILANO – Il suo gruppo oggi compie 35 anni e Ennio Doris racconta tutta l’avventura in una lunga intervista a Il Giornale: “Ho studiato perché ero malaticcio, però il mestiere di venditore l’ho imparato in campagna. Tutto iniziò coi tappetini di una Citroën, ma ora guidano…”.

Il 2 febbraio del 1982, 35 anni fa, nacque Programma Italia, oggi è diventata Banca Mediolanum. “Per mesi ci abbiamo lavorato in tre, tutti in una stanza”. Nella lunga intervista c’è molto spazio agli aneddoti personali. Si parla anche degli esordi, degli inizi difficili e affamati, di quando Doris faceva il promotore finanziario.

“Io e mia moglie – ricorda – decidemmo che avevamo abbastanza soldi per farci la casa. Tra i miei clienti c’era un costruttore, andai da lui e mi preparò un preventivo. Avevamo 34 milioni, ne ballavano forse una ventina. Io gli dissi: quelli che ho, te li do subito. Il resto un po’ alla volta. Poi avevamo fretta, durante i lavori facemmo ingrandire i locali, lui mi disse: facciamo qualche modifica che viene meglio”.

Doris prosegue nel racconto, sottolineando che

“in poche parole nel preventivo c’era poco o nulla, alla fine ci siamo trovati con un debito di 50 milioni”. E qui emerge un Doris inedito, che si racconta senza timori: “Quando abbiamo visto i conti – aggiunge -, non mi vergogno, io e mia moglie ci siamo messi a piangere. Poi in realtà in un paio d’anni abbiamo pagato tutto”.

To Top