Blitz quotidiano
powered by aruba

Equitalia, riceve cartella da un milione di euro ma…

SALERNO – Una cartella da Equitalia da oltre un milione di euro: è la brutta sorpresa che un uomo di Battipaglia, Salerno, ha trovato nella cassetta della posta. Sorpresa sgradita soprattutto perché l’uomo non doveva proprio nulla: fortunatamente non si è fatto prendere dal panico e ha chiarito la sua posizione tramite il suo commercialista, come racconta Il Mattino:

Il contribuente, a quel punto, tra l’infuriato e l’incredulo, ha consultato il proprio commercialista a cui ha affidato l’onere di ottenere una risposta da Equitalia: «Fortunatamente non sono un tipo impressionabile – ha dichiarato M.L. – né soffro di cuore. E sono del tutto sicuro che si tratti di un macroscopico errore. Anche perché se possedessi una cifra del genere non starei certo qui a continuare a lavorare. Ma mi chiedo se chi ha inviato quella cartella si sia reso conto di cosa stesse facendo. Se fosse giunta ad un anziano magari con problemi di cuore? Ora attendo una risposta da Equitalia».

E intanto una novità: arriva in tutto il Paese un nuovo canale di servizio per i contribuenti che si rivolgono a Equitalia. Dal 25 luglio è attivo in tutte le province lo sportello “+65″, la nuova ‘corsia preferenziale’ dove poter ricevere assistenza più mirata alle proprie esigenze, chiarire dubbi, avere ogni informazione su rateizzazioni, rimborsi, fermi o ipoteche e per conoscere gli strumenti di autotutela previsti dalle norme. Da lunedì il nuovo canale sarà infatti esteso a 46 città tra cui Aosta, Genova, Bologna, Pescara, L’Aquila, Udine, Venezia, Reggio Calabria.

Allo sportello “+65″ è possibile eseguire tutte le operazioni, tranne i pagamenti che possono essere effettuati, oltre che alle casse di Equitalia, anche all’esterno utilizzando gli altri canali a disposizione: uffici postali, sportelli bancari, punti Sisal e Lottomatica, tabaccai e sito internet www.gruppoequitalia.it  su cui è pubblicato l’elenco completo degli sportelli +65 in Italia. Il progetto è destinato agli over 65 che rappresentano circa il 10% dei 5 milioni di contribuenti che nel 2015 hanno fatto visita ai 203 sportelli del gruppo in Italia e vuole essere un ulteriore passo verso il continuo miglioramento del rapporto tra Equitalia e i cittadini.