Cronaca Italia

Eroina killer tra Venezia e Mestre: in 24 ore due morti per overdose

Eroina killer tra Venezia e Mestre: in 24 ore due morti per overdose

Eroina killer tra Venezia e Mestre: in 24 ore due morti per overdose

VENEZIA – Una partita di droga killer sta girando per le vie di Mestre e Venezia. Sono già tre le morti per overdose sospetta e secondo i medici e gli inquirenti potrebbe trattarsi di una sorta di super-eroina, con un principio attivo che è 30 volte superiore al normale e che in 24 ore ha causato due vittime.

Monica Andolfatto sul Gazzettino scrive che la partita di eroina in 3 mesi ha causato già diversi decessi nella provincia di Venezia:

“Dopo il decesso per strada della 21enne mestrina avvenuto venerdì, registra il giorno dopo un altra vita stroncata dalla droga. Si tratta di un 44enne di Noventa Vicentina trovato cadavere nella stanza d’albergo, in via Trento nei pressi della stazione dei treni, che doveva lasciare entro le dieci della stessa mattina. A fare la macabra scoperta e a dare l’allarme, verso mezzogiorno, è stato il portiere della struttura ricettiva andato a bussare alla porta della camera dopo i ripetuti tentativi di mettersi in contatto con l’ospite.

Quando l’ambulanza del Suem è arrivata sul posto, il medico non ha potuto far altro che constatare la morte. Sopra il comodino le prove della dose letale: siringa e sacchettini di nylon. E ora è caccia agli spacciatori di morte, che stanno vendendo sul mercato o roba molto più potente. Sotto accusa il clan dei nigeriani che avrebbe spodestato quello dei tunisini offrendo ai tossicodipendenti questa superdroga, che a parità di soldi, consente trip incredibili. Si  parla anche della presenza della cosiddetta eroina gialla ovvero tagliata con un potentissimo analgesico a uso ospedaliero, il Fentanyl, con un’efficacia anche 500 volte superiore alla morfina. Fra le zone calde dello smercio quella che ruota attorno allo scalo ferroviario, per la facilità di collegamenti e di transito, dove si stanno concentrando i controlli di carabinieri, polizia e vigili urbani”.

To Top