Blitz quotidiano
powered by aruba

Esce di strada: in sangue alcol e droga 7 volte oltre limiti

ROVIGO – E’ uscito di strada con la sua automobile e solo per un miracolo non ha causato un incidente provocando danni ad altre persone. Ricoverato in ospedale, i medici hanno trovato nel suo sangue alcol e droga ben 7 volte sopra i limiti di legge. E’ successo a un 42enne di Corbola, provincia di Rovigo. Ne parla Il Gazzettino:

I Carabinieri hanno denunciato penalmente per guida sotto l’effetto dell’alcol e della droga un 42enne di Corbola il quale, dopo essere rimasto coinvolto in un incidente con la propria utilitaria a seguito di fuoriuscita autonoma, è risultato positivo agli accertamenti alcolemici e tossicologici eseguiti in ospedale. Nello specifico, al 42enne è stato accertato un tasso alcolemico di quasi 3,5 g/l, sette volte il limite consentito dalla legge, nonché la positività ai cannabinoidi. Oltre al ritiro della patente di guida, all’uomo verranno decurtati 20 punti dalla stessa, con l’avvio altresì della procedura per la revisione straordinaria del titolo di guida.

Ben più grave invece quello che è successo a Milano: un uomo di 28 anni ha investito una ragazza sulle strisce dalle parti del Cimitero Monumentale, era notte fonda, tra il 23 e il 24 aprile. Poi è scappato. Non si è fermato a prestare le cure, ad accertarsi delle sue condizioni. La credeva morta. Ha ingranato la marcia ed è scomparso nella notte: ma deve essere stata una notte insonne, si è vergognato di se stesso, il rimorso mischiato ancora alla paura di essere scoperto. A 28 anni non aveva mai avuto guai con la legge, tranne, appunto, quella volta che lo fermarono per aver bevuto troppo. Alla fine non ha retto: 10 ore dopo si è gettato sotto a un treno alla stazione di Usmate-Velate. Una tragedia che poteva essere evitata: tanto più che quella ragazza che ha visto sbattere sul parabrezza e rotolare 15 metri lontana si è fatta solo qualche graffio.


TAG: