Blitz quotidiano
powered by aruba

Espedito Torino arrestato per furti Rolex, anche a Sakic

MILANO – Un uomo di 42 anni è stato arrestato perché accusato di aver rapinato un Rolex da 70 mila euro a un imprenditore varesino di 46 anni che era in auto in viale Certosa, a Milano. Espedito Torino, che l’Ansa definisce “molto noto alle cronache di diverse città italiane per lo stesso reato”, è ritenuto componente di una banda di 10 persone che circa 15 giorni fa nella stessa zona ha rapinato del Rolex il vice allenatore del Milan, Nenad Sakic.

Spiega l’Ansa che la tecnica per entrambi è stata la stessa, quella del colpo allo specchietto per far uscire il braccio del guidatore. Lo strattone ha provocato al 46enne la frattura del metacarpo riportando una prognosi di 60 giorni. Espedito è stato bloccato pochi minuti dopo la rapina in via Polidoro da Caravaggio dagli agenti del commissariato Quarto Oggiaro che erano di pattuglia. Gli viene contestata anche l’estorsione perché alla vittima che richiedeva la restituzione del Rolex ha detto che avrebbe dovuto pagare per riaverlo.

Spiega Il Giorno:

I tre lo hanno avvicinato a bordo di due scooter, il primo lo ha tamponato lateralmente manomettendo lo specchietto dell’auto e dal secondo è sceso un rapinatore, si è intrufolato all’interno della vettura dal finestrino lato passeggero e ha strappato l’orologio con un solo colpo. L’imprenditore era appena uscito da uno degli alberghi che si trovano tra la città e il polo di Rho Fiera. Il 42enne arrestato è accusato anche di estorsione in quanto, dopo aver rubato il Rolex, ha chiesto dei soldi al proprietario per riaverlo indietro. L’imprenditore se l’è cavata con una frattura al metacarpo e 60 giorni di prognosi.


TAG: , ,