Blitz quotidiano
powered by aruba

Evadeva fisco ma giocava al casinò: sequestro per 400mila €

FIRENZE – Spendeva soldi in auto costose di grossa cilindrata e giocava nei casinò, muovendo somme di denaro decisamente superiori a quelle dichiarate al fisco. Per questo motivo un cittadino cinese residente a Firenze è stato indagato per contraffazione ed evasione fiscale e gli uomini del Centro operativo Dia hanno sequestrato beni immobili per 400mila euro. 

Tutto inizia quando l’uomo, un cittadino cinese, viene sottoposto ad una indagine patrimoniale da parte del fisco. Subito è apparsa evidente la forte sperequazione fra il reddito dichiarato dal cittadino cinese e i beni acquistati. Non solo l’uomo viveva una vita lussuosa, ben oltre quanto avrebbe potuto permettersi dalle somme dichiarate al fisco, ma era anche abituale giocare ingenti somme di denaro in diversi casinò in giro per l’Italia.

Proprio per questo motivo il Tribunale di Venezia ha emesso un provvedimento di sequestro dei beni immobili intestati al cittadino cinese per un valore di oltre 400mila euro. Ad eseguire il provvedimento sono stati gli agenti del Centro operativo Dia di Firenze, coadiuvato dal centro Operativo Dia di Padova. I due immobili sequestrati, di pertinenza del cittadino cinese, sono a Quarto d’Altino, nelle vicinanze dell’aeroporto di Venezia. L’uomo ora risulta indagato per  i delitti di contraffazione ed evasione fiscale.