Blitz quotidiano
powered by aruba

Ex soldatessa tortura bimbo: collare elettrico e sevizie

LONDRA – Ha torturato e seviziato un bimbo per due anni, anche con un collare elettrico del tipo usato per i cani, lasciandogli segni evidenti sul piccolo corpo. Lanna Monaghan, ex soldatessa britannica di 34 anni, ora rischia di essere condannata a una lunga pena detentiva per le violenze inflitte al bimbo, che non viveva con lei.

La Bbc racconta la terribile storia del piccolo, che è stato torturato e seviziato dalla ex soldatessa. La donna lo obbligava a fare docce fredde e lo picchiava, oltre a dargli la scossa con un collare elettrico, per poterlo “calmare”. La donna è stata arrestata dalle autorità scozzesi, in Gran Bretagna, e per i medici è il bimbo è stato fortunato a sopravvivere agli abusi, nonostante i segni siano rimasti impressi sul suo corpo.

La Monaghan ha ammesso anche di aver deciso a un certo punto di mettere un collare elettrico al piccolo, perché troppo agitato.

“Se funziona sui cani, funziona anche sui bambini”, aveva pensato la donna, che ora rischia una lunga pena detentiva.