Blitz quotidiano
powered by aruba

False maglie della Nazionale: scoperta fabbrica abusiva a Bergamo

BERGAMO – Falsificavano le maglie della Nazionale di calcio italiana: scoperta dalla Guardia di Finanza di Genova una fabbrica abusiva a Bergamo. 

Tra le maglie che uscivano dallo stabilimento non solo quelle degli Azzurri, ma anche quelle delle squadre più in voga in questi campionati europei di calcio. Maglie della Francia, dell’Islanda, del Galles, dell’Albania, della Germania e del Belgio. Ma soprattutto, ovviamente, maglio di giocatori italiani, come Graziano Pellè. E non mancavano le maglie del Leicester di Claudio Ranieri.

A raccontare il blitz degli uomini della Finanza è il quotidiano L’Eco di Bergamo, che scrive:

Al momento dell’intervento era in lavorazione la maglia azzurra di Graziano Pellé: la produzione andava in base ai giocatori del momento, ai risultati e agli eventi.

Ora si realizzavano le maglie delle sorprese o favorite di Euro 2016: Albania, Galles, Islanda, Francia, Italia, Belgio, Germania. Due italiani sono stati denunciati per ricettazione, produzione e commercializzazione di prodotti con segni falsi.

Alla fabbrica la Gdf è arrivata risalendo la filiera del falso dopo il sequestro in negozi e magazzini di circa 3000 maglie di squadre di A e Premier League avvenuto nei mesi scorsi con perquisizioni nelle province di Genova e Bergamo. (…)  Tra i cliché anche quelli per la maglia del Leicester di Claudio Ranieri vincitore a sorpresa della Premier League.


PER SAPERNE DI PIU'