Blitz quotidiano
powered by aruba

Falsi poveri a Rovigo: in garage Audi, Alfa, camper, scooter…

ROMA – Falsi poveri a Rovigo: in garage Audi, Alfa, camper, scooter… Una famiglia di Rovigo, abituata a dichiarare redditi bassissimi se non zero, custodiva nel garage di casa un parco macchine di tutto rispetto per dei nullatenenti: due camper, un’Alfa Romeo 166, due Fiat Punto, un Audi A6 e uno scooter.

Il Tribunale di Rovigo ha disposto l’applicazione delle cosiddette misure di prevenzione antimafia: per cui è scattato il sequestro dei beni di proprietà dei due coniugi falsi poveri mentre stanno cercando altri tre mezzi riferibili alla famiglia in questione per tutta Italia.

Ma come si è giunti a identificare la famiglia e l’incongruenza tra la pochezza dei redditi dichiarati e beni disponibili? Grazie a “Molecola”, uno speciale software a disposizione della polizia tributaria capace di incrociare una mole incredibile di dati e stanare gli evasori fiscali. Così sono arrivati alla famiglia che, quale risorsa professionale di spicco, era specializzata in un particolare tipo di “spaccata”, intendendo furto con destrezza ai danni dei negozianti locali.

Approfittavano del suono delle campane di cui conoscevano alla perfezione orari ed intensità di decibel per infrangere inascoltati le vetrine dei negozi del centro e rubare tutto il possibile. Fatti che non erano passati inosservati tanto è vero che i due coniugi erano stati sottoposti a provvedimenti cautelari dallo stesso Tribunale di Rovigo.