Blitz quotidiano
powered by aruba

Febbre del Nilo colpisce a Carbonara di Po: due anziane in coma

MANTOVA – Due anziane sono state ricoverate all’ospedale Carlo Poma di Mantova a causa della febbre del Nilo contratta dalla puntura delle zanzare. Le due anziane, originarie di Carbonara di Po in provincia di Mantova, sono in ospedale ormai da due settimane.

Giorgio Pinotti sulla Gazzetta di Mantova scrive che una delle due donne il 31 agosto ha dato segni di miglioramento, ma la febbre del Nilo sta diventando un problema per la zona in cui si trovano le zanzare, veicolo dell’infezione:

“Nella maggior parte dei casi l’infezione non è grave e ha sintomi molto simili a quelli di una comune influenza, ma in alcuni pazienti può provocare forti dolori muscolari, problemi respiratori e il coma. Generalmente la febbre del Nilo causa queste complicazioni nei pazienti con basse difese immunitarie, infatti generalmente si manifestano nelle persone anziane o che già hanno problemi di salute.

Le donne colpite dal virus a Carbonara hanno 69 e 83 anni, ma le loro condizioni prima della malattia erano buone. Mercoledì 31 agosto la signora di 69 anni sembra aver dato qualche piccolo segno di miglioramento: i medici hanno notato che la donna per la prima volta da quasi due settimane, cioè quando è entrata in coma, ha mosso una gamba. La prognosi resta comunque riservata. L’anziana si era sentita male poco dopo la metà di agosto: una sera mentre era uscita insieme al marito ha iniziato ad avere conati di vomito e ha manifestato uno stato confusionale. Era quindi stata ricoverata al Poma nella stessa stanza della compaesana di 83 anni.

La diagnosi per l’ultraottantenne è stata più complicata: secondo quanto raccontato dai parenti, è andata un paio di volte al pronto soccorso di Pieve, lamentando un’infiammazione. Ma la malattia sarebbe stata riconosciuta solo in seguito. Successivamente anche lei è arrivata al Poma, dove è ancora ricoverata in stato di coma. Per entrambe le donne la diagnosi accertata è proprio quella della febbre del Nilo.

C’è grande apprensione per le famiglie e nel paese per le condizioni delle due anziane. Nel Mantovano in passato si sono già verificati casi di Virus del Nilo, la scorsa estate, ad esempio, ad ammalarsi fu un anziano di Pegognaga. L’uomo dopo diversi giorni di coma, con complicazioni polmonari, riuscì a superare la fase critica della malattia e a rimettersi dopo una lunga riabilitazione”.


PER SAPERNE DI PIU'