Blitz quotidiano
powered by aruba

Firenze, McDonald’s in piazza Duomo? Sindaco Nardella: “Contrario”

FIRENZE – “Tanto per fare chiarezza. Io sono contrario all’apertura di un Mc Donald’s in piazza del Duomo. Non è coerente con la nostra battaglia che da anni conduciamo contro fast food e mini market per la tutela della tradizione e dell’identità della città. I sindaci hanno da alcuni anni le armi spuntate a causa delle leggi sulle liberalizzazioni che rendono molto facili le aperture di nuovi esercizi commerciali. Ciò nonostante faremo tutto quello che possiamo per evitare questa apertura”. Lo scrive su Facebook il sindaco di Firenze Dario Nardella.

McDonald’s potrebbe infatti aprire in piazza del Duomo. Dell’ipotesi, sulla base di domande d’attualità effettuate in Consiglio comunale dai consiglieri Tommaso Grassi (Si) e Francesco Torselli (Fdi), ha parlato l’asre alle attività produttive Giovanni Bettarini, dopo che, nei giorni scorsi, lo scenario era stato raffigurato in un articolo dell’edizione fiorentina di Repubblica.

Bettarini ha spiegato infatti che su questa possibilità ci sono trattative in corso tra la società e il Comune: “dobbiamo valutare il tipo di offerta commerciale e la rispondenza alle regolamentazioni – ha detto l’asre, aggiungendo che “McDonald’s ha presentato domanda di deroga” rispetto al nuovo regolamento a tutela del tessuto commerciale del centro storico, nella parte in cui prevede l’obbligo di utilizzo di una notevole percentuale di prodotti di filiera corta e del territorio. McDonald’s, ha aggiunto Bettarini, ha “presentato anche una serie di specifiche del progetto che intende effettuare in piazza del Duomo: lo spazio non avrà caratteristiche da fast food ma sarà un ristorante con servizio al tavolo e ci saranno spazi culturali, come una libreria e servizi di informazione per il cittadino. Elementi che riteniamo validi ad elevare l’offerta per la cittadinanza”.

In merito alla questione dell’insegna, considerata la delicatezza dell’area su cui il McDonald’s potrebbe affacciarsi “sarà valutata con grande attenzione insieme alla Sovrintendenza”.