Blitz quotidiano
powered by aruba

Firenze, piazzale Michelangelo. Terrazza bar maledetta: un’altra bimba è caduta

FIRENZE – Una terrazza bar maledetta a piazzale Michelangelo. Una bimba francese di 2 anni è caduta dalla stessa terrazza bar dalla quale un bimbo di 16 mesi era caduto lo scorso 18 settembre. È successo nel pomeriggio di ieri, 8 agosto 2016. La bimba francese è scivolata, cadendo da tre metri, ed è stata ricoverata al pediatrico Meyer per un trauma cranico.

La dinamica dei due incidenti è la stessa. In entrambi i casi i bambini hanno oltrepassato la ringhiera della terrazza, che affaccia su viale Poggi, passando attraverso lo spazio vuoto tra due sbarre.

Il 18 settembre 2015 il bimbo di 16 mesi, cinese, sfuggì al controllo dei genitori che, come nel caso di quelli della bambina francese, erano seduti ai tavoli del locale davanti alla terrazza. Dopo aver corso fino alla ringhiera, superò le sbarre cadendo nel vuoto, procurandosi una frattura scomposta del femore.

La piccola francese ha riportato un trauma cranico ma non sarebbe in pericolo di vita. L’episodio è avvenuto nel pomeriggio dell’8 agosto intorno alle 17. Sul posto sono intervenuti 118 e polizia. La ringhiera della terrazza del bar è stata sequestrata. Secondo quanto ricostruito, la piccola stava giocando col fratellino di quattro anni, seduta vicino alla ringhiera.

Quando i genitori, che erano a un tavolo del bar, l’hanno chiamata per scattare una foto insieme, la piccola si è alzata ma ha perso l’equilibro, cadendo all’indietro e passando tra due sbarre della ringhiera, finendo nella strada sottostante dopo una caduta di circa tre metri. Alla scena ha assistito anche una coppia di turisti tedeschi, seduti a un altro tavolo nella terrazza.

La piccola, che era in vacanza a Firenze con la famiglia, si trova ricoverata al “trauma center” del pediatrico Meyer, dove è costantemente monitorata a seguito del trauma cranico riportato. Secondo quanto appreso da fonti mediche, dagli esami effettuati non sono emersi elementi preoccupanti. Tra le ipotesi, quella che la caduta sia stata attutita da un autocarro in sosta, su cui la bimba potrebbe aver sbattuto prima di finire sull’asfalto.