Blitz quotidiano
powered by aruba

Fisco. Società turca operante da Trieste occulta 107 milioni di ricavi

TRIESTE – Ammontano a 107 milioni i ricavi che una società con sede dichiarata in Turchia ma di fatto operante nel porto franco di Trieste ha occultato al fisco italiano.

A scoprirla è stata la Guardia di Finanza del comando provinciale Trieste al termine di complesse analisi di rapporti commerciali con clienti e fornitori, di banche dati e risultanze extra-contabili e di indagini finanziarie, che ha segnalato l’amministratore in Italia della società alla Procura per omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali dal 2010 al 2014.

Si tratta di una multinazionale turca del settore logistico e del trasporti merci che ha operato attraverso una organizzata struttura imprenditoriale.

La società aveva comunicato alla Camera di commercio la costituzione di un mero ufficio di rappresentanza della casa madre, preposto quindi a svolgere solo attività di natura promozionale, non soggetta alle norme italiane in merito di obblighi contabili e fiscali.

L’ufficio, invece, era una vera sede fissa d’affari, la quale, con prestazioni di servizi a favore di società straniere, ha realizzato reddito relativo all’attività di impresa esercitata dalla casa madre, ma da tassare in Italia.