Blitz quotidiano
powered by aruba

Forlì, boato fa tremare la città: ma non è terremoto

FORLI’ – Mattinata di panico in provincia di Forlì dove intorno alle 09:30 di oggi, 5 luglio, un forte boato e due colpi a distanza ravvicinata hanno fatto tremare i cittadini.

“Qualcuno ha sparato due colpi…..ha tremato tutto e io…..panico!”, scrive su Twitter un’utente. “Colpi di cannone in quel di Forlì?”, si chiede un altro. Qualcun altro ha pensato invece a un terremoto, con il ricordo che già andava alle drammatiche vicende del sisma del 2012. Nessun movimento tellurico nella zona è stato però registrato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Al momento – e in attesa di conferme – l’ipotesi più accreditata è quella che il boato sia stato provocato da due caccia, che hanno superato il muro del suono causando il cosiddetto ”boom sonico”. L’Aeronautica Militare, che ha una base nelle vicinanze è già al lavoro per capire cosa sia successo. L’ipotesi degli aerei da guerra che avrebbero superato il muro del suono è la più accreditata ma è indebolita dal fatto che, prima e dopo i boati, non si sarebbe sentito alcun rumore indicante il passaggio di aerei.

Il verificarsi del ”boom sonico” ha però un precedente nel ravennate che risale al 20 giugno scorso quando, a causarlo, fu il transito nei cieli, nel corso di un esercitazione, di aerei da caccia F16 Usaf.


TAG: ,