Cronaca Italia

Francavilla al mare, si spara in testa mentre è al telefono con la moglie

Francavilla al mare, si spara in testa mentre è al telefono con la moglie

Francavilla al mare, si spara in testa mentre è al telefono con la moglie

CHIETI – Ha telefonato alla moglie, che era in viaggio con i figli a bordo di un pullman, e le ha detto che voleva uccidersi. Poi si è sparato alla testa e il rumore è risuonato nel cellulare. La donna ha subito chiesto all’autista di fermare il bus e poi ha chiamato i carabinieri, che arrivati nella casa hanno trovato la vittima riversa in terra e priva di vita.

L’uomo, 43 anni, si è ucciso nella sua casa di Francavilla al Mare, in provincia di Chieti, la mattina del 10 giugno. Dietro al gesto disperato ci sarebbe la separazione dalla moglie e il periodo di forte crisi che stava passando, scrive il sito Abr24:

“I due si stavano separando per litigi e incomprensioni che andavano avanti da un po’. La donna era in pullman nelle Marche e stava andando in vacanza sulla riviera Romagnola quando ha ricevuto la telefonata del 43enne, che le ha annunciato le sue intenzioni. Udito per telefono il rumore dello sparo ha fermato il bus ed è stato subito lanciato l’allarme.

Non era chiaro se l’episodio fosse avvenuto nella casa di Montesilvano in cui l’uomo viveva con la moglie o in un’altra abitazione che aveva a Francavilla, in contrada Foro, quindi i Carabinieri sono intervenuti in entrambi gli appartamenti. Secondo i primi accertamenti l’arma è una pistola da poligono regolarmente detenuta. La moglie, che era con i figli di 5 e 8 anni, sta rientrando e verrà ascoltata dai Carabinieri”.

To Top