Cronaca Italia

Franco Birolo assolto, vescovo Chioggia: “Non si può incriminare chi si difende dai ladri”

Franco Birolo assolto, vescovo Chioggia: "Non si può incriminare chi si difende dai ladri"

Franco Birolo assolto, vescovo Chioggia: “Non si può incriminare chi si difende dai ladri”

VICENZA – Franco Birolo, il tabaccaio di Correzzola che sparò e uccise un ladro che lo stava derubando nel 2012, è stato assolto. Il vescovo di Chioggia, Andriano Tessarollo, ha difeso la sentenza della Corte d’Appello, dichiarando che non si può incriminare un uomo che si difende da una aggressione. Un commento che non riguarda però solo Birolo, ma anche altri casi di cronaca italiana: il più recente è quello di Mario Cattaneo, ristoratore che ha sparato e ucciso uno dei rapinatori che cerva di derubarlo e ora è indagato per omicidio.

Il vescovo di Chioggia, intervistato da Gianmaria Pitton per il Giornale di Vicenza, aveva già criticato la sentenza di primo grado che aveva condannato Franco Birolo a due anni di carcere e ora ha dichiarato:

“Hanno tenuto conto delle circostanze, che in situazioni come queste devono necessariamente essere valutate. Lo Stato non è in grado di difendere i cittadini. E il sistema è così confuso che arriva a incriminare chi viene aggredito, se tenta di difendersi. Intanto ci sono anziani che vengono aggrediti per 50 euro. E i responsabili, se vengono presi, dopo due o tre giorni sono già fuori”.

To Top