Blitz quotidiano
powered by aruba

Funerale Casamonica, chiesta archiviazione per istituzioni

La Lega Italica aveva presentato un esposto contro le autorità politiche e istituzionali per il funerale hollywoodiano di Vittorio Casamonica a Roma

ROMA – Le autorità politiche e istituzionali non hanno avuto nessuna condotta penalmente rilevante per il funerale in stile hollywoodiano del 20 agosto scorso di Vittorio Casamonica, storico capo dell’omonimo clan. Questo il parere della Procura di Roma che ha chiesto l’archiviazione di un esposto presentato dal movimento politico Lega Italica nei confronti delle autorità dopo lo sfoggio di carrozza, cavalli, il corteo di 250 auto e il lancio di petali di rose da un elicottero per l’addio al boss a Roma.

La Procura di Roma aveva aperto un fascicolo dopo l’esposto e il 25 gennaio il pm Roberto Felici ha chiesto l’archiviazione del procedimento, aperto senza ipotesi di reato né indagati. Nell’esposto venivano chiamati in causa autorità politiche ed istituzionali della capitale in relazione alla mancata adozione di iniziative che evitassero lo svolgimento della cerimonia funebre in stile hollywoodiano nel quartiere di Cinecittà.

Il caso fu al centro di una serie di polemiche riguardo le autorizzazioni concesse per il corteo funebre, che creò problemi di traffico in quel settore della città, e per l’uso di un elicottero per il lancio di petali al passaggio della salma. Gli stessi esponenti della famiglia Casamonica rivendicarono che si trattò di un funerale nella tradizione dalla nota famiglia di sinti radicata a Roma dagli anni Settanta.

Immagine 1 di 5
  • Funerale Casamonica, chiesta archiviazione per istituzioni
  • Ansa
Immagine 1 di 5