Blitz quotidiano
powered by aruba

Funghi, attenzione al finto chiodino: è mortale

ROMA – Gli amanti dei funghi possono prendersi qualche soddisfazione in questi giorni: le piogge e il clima non troppo rigido hanno portato alla fioritura di molti tipi di funghi. Ma attenzione, il pericolo può essere dietro l’angolo se non si è particolarmente esperti. E il pericolo risponde al nome di “cortinarius orellanus“, un fungo che può essere facilmente scambiato per il ghiotto chiodino ma che è velenoso e addirittura mortale. Ecco cosa spiega il Gazzettino:

Finalmente sono arrivati e in grande quantità. La stagione micologica non aveva riservato finora particolari soddisfazioni agli appassionati raccoglitori. L’unica vera fioritura si è registrata infatti a cavallo tra agosto e settembre, concentrata in una sola settimana sulle montagne venete, trentine e friulane. In questi giorni però gli appassionati si stanno prendendo una bella rivincita visto che, grazie alle piogge cadute nella pedemontana e in pianura, associate ad un clima non rigido, i funghi sono comparsi in gran numero nei boschi, parchi e giardini. A tutte le quote. Soprattutto i chiodini, molto attesi dai raccoglitori.

Insomma bisogna porre la massima attenzione per evitare problemi e pericoli.

Avvertenza che si rifà alla crescita in questi giorni del micidiale cortinarius orellanus, fungo mortale che i meno esperti possono scambiare per il chiodino. «Se avete dei dubbi – dice Giuliano Giovanni Ferrarese, presidente del gruppo Cetto Venezia-Mestre – rivolgetevi all’Asl di appartenenza oppure interpellate un perito micologo, iscritto all’albo nazionale o regionale, di un gruppo micologico. Il nostro opera nel territorio da ben 40 anni».


TAG: