Blitz quotidiano
powered by aruba

Furti al ristorante: attenzione a giubbotti e cappotti

FERRARA – Furti al ristorante: attenzione a soprabiti e cappotti. Perché il titolare del ristorante è responsabile di eventuali sparizioni solo in alcuni casi, come spiega l’Aduc, l’Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori, al quotidiano La Nuova Ferrara. 

Il quotidiano riferisce in particolare di un episodio accaduto all’incirca un mese fa nella splendida città estense. Un giovane, figlio del titolare di una nota paninoteca cittadina, era andato a mangiare in un ristorante quando si è accorto che il giubbotto, nella cui tasca c’era anche il suo cellulare, era sparito.

Il giorno successivo, però, il ragazzo ha riconosciuto il suo giubbotto camminando per strada e ha denunciato il presunto ladro.

In quel caso, però, dal momento che il giubbotto era stato appeso nella sala comune, il ristoratore non era responsabile di nulla. Spiega l’Aduc:

“In caso di furto subito da un cliente il ristoratore non può essere chiamato in causa se l’appendiabito è in sala, sotto gli occhi di tutti. Se invece l‘abito viene consegnato in custodia al personale di servizio, per essere riposto nel guardaroba, allora il ristoratore può essere chiamato a risponderne. Attenzione quindi a soprabiti e cappotti al ristorante: dopo il conto, una sgradevole sorpresa può rendere la cena indigesta!”


PER SAPERNE DI PIU'