Blitz quotidiano
powered by aruba

Furti in casa. “Hanno arrestato suo figlio. Ci dia 4mila €”

GENOVA – Telefonano ad una donna anziana, le dicono che il figlio è stato arrestato e ha bisogno subito di un avvocato, e per questo servono soldi. Lei si fa intimidire e consegna 150mila euro di gioielli e orologi d’oro. E’ accaduto a Genova. 

La donna, Maddalena, 92 anni, pensionata di Albaro, racconta Tommaso Fregatti sul Secolo XIX, era appena stata lasciata a casa da sola dalla sua badante quando ha ricevuto la telefonata da cui tutto è nato. Sono bastati dieci minuti di minacce per farla cedere e cancellare i dubbi che all’inizio aveva avuto.

“Non le hanno dato il tempo di pensare, di capire quanto stesse accadendo, ha raccontato il figlio Livio, 69 anni, agente di commercio di Milano e oggetto del ricatto. Hanno cercato di tenerla al telefono per tutto il tempo mentre un complice andava a casa a prendere il denaro”.

La donna nel suo armadio in camera da letto conservava i preziosi che prima erano in banca. Ma dopo che l’istituto aveva trasferito la filiale quei gioielli erano stati portati in casa in attesa di essere trasferiti nella nuova banca.

“E’ colpa mia, racconterà Livio ai carabinieri, sarei dovuto andare subito a mettere tutto in una cassetta di sicurezza”.

 

Ma i ladri, che forse sapevano dei gioielli, hanno telefonato intorno alle 16:

Suo figlio è stato arrestato. Sono il suo avvocato, servono subito soldi per le spese legali. Se non paga subito suo figlio si fa anni di prigione. Carcere, ha capito!”.

Pochi minuti dopo si è presentato alla porta dell’anziana un uomo vestito di scuro che ha chiesto alla signora quattromila euro “per liberare il figlio”. La donna, però, non aveva quei soldi. Ma si è ricordata dei gioielli. Ha dato la busta con tutti gli ori al malvivente e questi è fuggito con il bottino. La signora  Maddalena ha capito di essere stata raggirata solo due ore più tardi, quando il figlio la ha chiamata al telefono.

 

 

 


PER SAPERNE DI PIU'