Blitz quotidiano
powered by aruba

Gabriel Garko, Novella2000: “Spie russe e villa esplosa…”

SANREMO – Si tinge di giallo l’esplosione della villa in cui alloggiava Gabriel Garko a Sanremo e costata la vita ad una donna. Ad azzardare la spy story è Carlo Mondonico sul settimanale Novella2000 che parla addirittura di un coinvolgimento dei servizi segreti russi. L’anziana proprietaria deceduta nella deflagrazione era di origini russe.

Scrive Mondonico:”L’esplosione avvenuta nella villa di Gabriel Garko ha messo in allarme i sevizi segreti dei Paesi dell’Est che starebbero indagando sulla vicenda. Pare siano coinvolti alcuni personaggi legati ai commerci con la Russia, ma tutti sembrano non volerne parlare. Compreso Garko”.

La tragedia risale allo scorso 1 febbraio, a pochi giorni dall’avvio del 66esimo Festival della Canzone Italiana di cui Gabriel Garko è co-conduttore insieme con Carlo Conti, Virginia Raffaele e Madalina Ghenea. L’attore alloggiava in una villa nel quartiere residenziale del Solaro, a Sanremo. A causare lo scoppio, si era detto, sarebbe stata una fuga di gas che ha saturato gli ambienti. Garko si è salvato perché dormiva al piano inferiore della villetta. L’esplosione si è verificata invece al piano superiore dove si trovava Maria Grazia Gugliermetti, madre del proprietario dell’immobile, che è morta carbonizzata sotto le macerie.

L’attore se l’è cavata con un trauma cranico per la caduta di calcinacci e una prognosi di 10-15 giorni, che non ha pregiudicato la sua partecipazione al Festival di Sanremo. Un’esperienza senza dubbio traumatica che Garko ha voluto tenere lontano dal palco dell’Ariston, anche per evitare spiacevoli strumentalizzazioni. Il settimanale Novella2000 lancia la bomba ma non aggiunge altro.

Immagine 1 di 5
  • Gabriel Garko ferito, esplosa villa a Sanremo: donna morta
Immagine 1 di 5