Blitz quotidiano
powered by aruba

Gabriele Bono, porta calcio gli cade in testa: morto a 13 anni

REGGIO CALABRIA – Gabriele Bono, 13 anni, è morto ieri, 21 ottobre, a Sangineto, vicino Cosenza, in seguito alla caduta della porta di calcio in un campo in cui stava giocando: il giovanissimo era arrivato nella casa-famiglia Lo Scoiattolo pochi mesi fa ed era ospite della struttura.

Secondo una prima ricostruzione, ancora parziale, il bambino avrebbe cercato di arrampicarsi sulla porta del campo di calcio che gli è caduta addosso colpendolo alla testa.

Le sue condizioni sono apparse immediatamente molto gravi e la pioggia ha impedito all’elisoccorso partito dall’ospedale di Cosenza di atterrare nei pressi del luogo dell’incidente. Il 12enne è stato quindi caricato su un’automobile, per poi essere trasferito su un’ambulanza alla volta dell’ospedale. Le condizioni di Gabriele sono però peggiorate durante il tragitto e all’ingresso del Pronto soccorso il suo cuore ha cessato di battere.

Sull’incidente stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Scalea. Il giovane frequentava la terza media nell’Istituto comprensivo “Rizzo” di Cittadella del Capo.

 


TAG: