Blitz quotidiano
powered by aruba

Gara apnea a Schio, atleta rischia di annegare dopo 6 minuti

VICENZA – Un atleta si è immerso in acqua e ha iniziato la sua gara di apnea a Schio al Natatorio Campagnola. Dopo 6 minuti che era sott’acqua uno dei sub che controllano la salute degli atleti si è accorto che qualcosa non andava. L’uomo ha toccato la spalla dell’atleta e non ha ricevuto risposta, così ha realizzato che rischiava di annegare e l’ha subito riportato in superficie e soccorso prima che fosse troppo tardi.

Il Gazzettino nell’edizione di Vicenza-Bassano scrive che ci sono stati attimi di paura alla decima edizione del trofeo “Veneto apnea”, che vale come prova di qualificazione per il Campionato Italiano FIPSAS e come Campionato Regionale Veneto e Provinciale Vicentino, quando ci si è accorti che la gara di apnea stava per diventare una tragedia e l’atleta, 40 anni e originario di Bolzano, aveva avuto un malore:

“Intorno alle 15 – la gara è iniziata alle 9 ed è finita alle 19 – uno dei sub addetti alla sorveglianza degli atleti immersi si è accorto che un gareggiante aveva qualcosa che “non andava”: si è avvicinato per il controllo, gli ha toccato la spalla ma senza ricevere risposta. L’atleta era in immersione già da sei minuti.

A quel punto si è messa in moto la macchina dei soccorsi: il 40enne, in preda ad una crisi respiratoria, è stato portato fuori dall’acqua dai volontari. Il medico gli ha subito infilato una maschera per ossigenarlo e, grazie a questo intervento tempestivo, l’uomo ha ripreso conoscenza. Dopo i controlli nell’ospedale di Santorso l’atleta è stato dimesso in serata”.


PER SAPERNE DI PIU'