Blitz quotidiano
powered by aruba

Gas, ferma le fughe dai fornelli. Se il tubo è di gomma…

ROMA – Certificati obbligatori, lavori fatti tassativamente da un esperto e mai “fatti in casa”, cambio obbligatorio del tubo di gomma… Per evitare incidenti mortali e catastrofici come quello successo a Milano domenica mattina occorre rispettare alcune regole sul gas domestico. Regole come installazione certificata dell’impianto, controlli periodici e uso attento degli apparecchi. Ecco la scheda con le regole basilari riportata dal Corriere della Sera.

CERTIFICATI. Al termine dei lavori, il responsabile dell’impresa che ha modificato o installato l’impianto deve rilasciare al proprietario dell’immobile la dichiarazione di conformità.

ISPEZIONI. La manutenzione periodica dell’impianto deve essere effettuata da personale qualificato. No alle modifiche fai da te dei dispositivi di sicurezza e regolazione.

TUBO DI GOMMA. Il tubo di collegamento del gas, se è in gomma, va sostituito periodicamente e, comunque, deve essere cambiato obbligatoriamente a cinque anni dalla prima installazione.

ODORE DI GAS. Il principale indicatore di una situazione a rischio è ovviamente l’odore di gas. Quando viene rilevato occorre agire con la massima prudenza e per prima cosa vanno aperte le finestre.

FUGA DI GAS. Se si sospetta una fuga di gas, una volta aperte porte e finestre per ridurre il rischio di esplosioni, verificare che i fornelli siano chiusi. Evitare poi di accendere le luci e toccare gli interruttori.

SOCCORSI E INTERVENTI. Se l’odore di gas in casa è molto intenso è meglio chiudere l’erogazione e non procedere a verifiche autonome ma chiamare immediatamente i vigili del fuoco. I numeri del 2016 parlano di 38 interventi dei Vigili del fuoco per esplosioni causate da impianti a gas e 10.625 per segnalazioni di fughe di combustibile.

 


TAG: