Blitz quotidiano
powered by aruba

Genova. Finto sceicco mette a segno colpo da un milione di euro in hotel

GENOVA – Ha impersonato un ricco sceicco del Qatar e ha fatto affari per un milione di euro in un el a Genova, raggirando due rappresentanti di gioielli. Un uomo si è presentato come Mohamed Al Ghurair, ricco sceicco del Qatar, e ha chiesto di comprare gioielli per le sue mogli, pagando in contanti i due anelli in oro bianco tempestati di diamanti. Peccato che nella valigia con i soldi i due rappresentanti di gioielli di Ginevra abbiano trovato una prima fila di banconote da 500 euro e poi solo carta straccia.

Tommaso Fregatti su Il Secolo XIX scrive che  i due rappresentanti di gioielli della Chopard, una azienda svizzera con sede a Ginevra che vende gioielli e orologi di lusso, hanno raggiunto il finto sceicco in un el di lusso a Genova dove hanno concluso l’affare per l’acquisto dei due anelli dal valore di un milione di euro. Lo sceicco si è presentato con un ricco entourage, che si è rivelato essere una banda di etnia sinti, e ha raggirato i due venditori:

“A essere beffati, due rappresentanti di preziosi che – convinti di realizzare un affare – si sono trovati poi con le valige piene di banconote da 500 euro: «Ma tutte con la scritta fac-simile a eccezione delle prime», scrive il pm Marcello Maresca che nei giorni scorsi ha chiuso l’inchiesta. E nei guai è finita una banda di nomadi già nota per aver compiuto colpi di questo genere.

Nel registro degli indagati con l’accusa di truffa aggravata sono finiti Umberto Gagliardi, 41 anni, residente a Rho nel milanese – colui che aveva impersonato il finto sceicco – Daniel Radosavljevic, torinese di 32 anni, Danijel Jovanovic di Varese, 32 anni e Patrick Jovanovic di 25 anni di Roma. Gli ultimi tre con il ruolo di mediatori o bodyguard”.


TAG: