Blitz quotidiano
powered by aruba

Genova, incendio in casa a Marassi: morto Michele Pesetti

GENOVA – Un corto circuito o un fornello rimasto acceso, le fiamme sono divampate nell’appartamento al primo piano del quartiere Marassi, a Genova, e l’uomo che vi abitava è morto carbonizzato. Il corpo senza vita di Michele Pesetti, 47 anni e con problemi mentali, è stato trovato vicino all’ingresso dell’appartamento, mentre forse tentava di fuggire dalle fiamme, dai vigili del fuoco intervenuti sulla scena.

Il rogo è divampato la sera del 4 novembre nell’appartamento in Scalinata Montaldo a Marassi, a Genova, e sul luogo dell’incendio sono arrivate tre squadre dei vigili del fuoco, i sanitari del 118 e i vigili urbani. I condomini sono rimasti bloccati dal rogo e sono stati soccorsi dai vigili del fuoco perché non potevano uscire dal palazzo.

L’incendio potrebbe essere partito da un pentolino lasciato sul fuoco o un corto circuito ad avere originato le fiamme. Il corpo carbonizzato delle vittima è stato ritrovato vicino all’ingresso. Secondo le prime informazioni, la vittima aveva problemi psichiatrici ed era conosciuto alle forze dell’ordine. Nel frattempo è stato accertato al momento che non ci sono altre vittime né feriti.

La vittima del rogo si chiamava Michele Pesetti e aveva disturbi mentali. I vigili del fuoco hanno sgomberato l’intero palazzo e due edifici adiacenti che sono stati raggiunti dalla densa coltre di fumo. Le indagini per chiarire quanto successo sono affidate alla Polizia e alla squadra di Pg dei Vigili del fuoco.