Blitz quotidiano
powered by aruba

Genova, Iolanda Salerno morta: investita prima da bus e poi da auto

GENOVA – Una donna è stata investita prima da un bus e poi da un’auto mentre attraversava la strada davanti all’ospedale Gaslini, a Genova. Iolanda Salerno, 66 anni, avrebbe attraversato la strada in modo pericoloso, passando davanti al bus che stava ripartendo. Il mezzo l’ha urtata e la donna è caduta nell’altra corsia, dove è stata investita anche dall’auto.

La donna alla guida della vettura non si è fermata a prestare soccorso, per poi consegnarsi ai vigili urbani spiegando di non essersi accorta di aver investito la vittima. La donna è stata indagata per omicidio colposo, ma non per omissione di soccorso.

L’incidente stradale è avvenuto la mattina del 20 ottobre proprio davanti all’ospedale Gaslini e la Salerno, originaria di Sampierdarena, secondo una prima ricostruzione la donna ha attraversato in modo pericoloso passando davanti al bus che stava ripartendo dalla fermata verso Nervi. Il mezzo l’ha toccata ed è finita nell’altra corsia dove è stata travolta dalla vettura, che però non si è fermata e ha proseguito la corsa.

La automobilista in un primo momento era stata scambiata per un pirata della strada, perché dopo essersi fermata si era allontana. In realtà, come hanno ricostruito i vigili urbani, la donna non si era accorta di avere investito la passante e quando è stata colta dal dubbio di averlo fatto è tornata in V Maggio con l’auto e si è messa a disposizione della polizia Municipale, spiegando: “Non mi ero accorta di averla investita”.

La sua versione ha convinto gli agenti che l’hanno indagata per l’omicidio colposo ma non per non avere prestato soccorso alla ferita. Dalla prima ricostruzione dell’Infortunistica la vittima nel tentativo di attraversare la strada verso mare è stata prima colpita dal bus e poi, una volta caduta a terra, travolta dall’auto.