Blitz quotidiano
powered by aruba

Genova. Lite al casello: nomadi aggrediscono carabinieri

Hanno picchiato due uomini dopo una lite al casello autostradale di Genova.Poi sono tornati al campo nomadi, dove i carabinieri sono stati aggrediti da un centinaio di persone

GENOVA – Una precedenza mancata al casello autostradale ha fatto scattare una violenta lite. In otto si sono avventati contro due persone, un pensionato di 63 anni e il genero di 28 anni, mandandoli in ospedale.

Il gruppo, probabilmente di nomadi, ha poi aggredito anche i carabinieri intervenuti sul luogo della lite, per poi fuggire al campo nomadi di Bolzaneto, dove gli agenti li hanno inseguiti ma sono stati assediati da circa 100 rom e hanno dovuto rinunciare a fermare i sospetti.

Tommaso Fregatti sul Secolo XIX scrive che le vittime del pestaggio sono state soccorse e portate in ospedale. Particolarmente gravi le condizioni del pensionato, che ha riportato un’emorragia cerebrale:

“È la cronaca della serata di follia vissuta mercoledì a Bolzaneto in Valpolcevera. Botte e soprusi sui cui indagano i carabinieri del nucleo radiomobile, che stanno cercando di ricostruire quanto accaduto. Non è un’impresa semplice, mentre le condizioni del ferito restano critiche.

A. P., pensionato, è ricoverato in terapia intensiva. Ha avuto un’emorragia cerebrale. È in prognosi riservata. Saranno decisive, secondo i medici, le prossime ore. Ferito in maniera più lieve anche il genero, R. N., 28 anni, che era con lui al momento dell’aggressione: ha riportato la rottura del setto nasale e guarirà in una ventina di giorni”.


PER SAPERNE DI PIU'