Cronaca Italia

Genova, risarcimenti alluvione: pignorati a Marta Vincenzi pensione e conti

Genova, risarcimenti alluvione: pignorati a Marta Vincenzi pensione e conti

Genova, risarcimenti alluvione: pignorati a Marta Vincenzi pensione e conti

ROMA – Genova, risarcimenti alluvione: pignorati a Marta Vincenzi pensione e conti. Dopo la condanna a 5 anni e due mesi di fine novembre per omicidio plurimo, disastro colposo plurimo e falso, per l’ex sindaco di Genova Marta Vincenzi è giunto anche il pignoramento di pensione e conti in vista dei risarcimenti per le vittime dell’alluvione del 4 novembre 2011, in cui persero la vita quattro donne e due bambine.

Con lei il cancelliere dipendente del ministero Francesco Scidone (ex Idv) e il dirigente comunale Gianfranco Delponte; altri due dirigenti condannati non hanno subito però pignoramenti. Che sono altra cosa da quelli diretti, cioè i sigilli alle proprietà come case, terreni, auto, mobili ed elettrodomestici. Si tratta invece del pignoramento presso terzi le sono stati bloccati i conti bancari e la pensione. In vista, dicevamo, di risarcimenti che complessivamente ammontano a 5 milioni di euro.

Le ingiunzioni erano scattate all’indomani della sentenza, pronunciata il 28 novembre scorso. Ad avviarle sono stati gli avvocati Giampaolo La Cognata, Maurizio ed Andrea Tonnarelli, difensori della famiglia di Angela Chiaramonte, di 40 anni, che quel giorno, il 4 novembre 2011, si trovava in via Fereggiano. In particolare, si sono mossi i tre fratelli dell’infermiera, a cui spettano 150mila euro, e dai conti bancari di Vincenzi, Scidone e Delponte saranno prelevati 50mila euro a testa. Il resto verrà dopo. (Giuseppe Filetto, La Repubblica)

To Top