Blitz quotidiano
powered by aruba

Genova: squillo rifiuta appuntamento, lui le uccide il cane

GENOVA – Un diniego per un appuntamento da una romena che frequentava da mesi ha provocato la reazione del ‘respinto’ che si è introdotto in casa della donna, le ha rapito il cagnolino, che ha poi gettato dal balcone uccidendolo.

Di questo è accusato un cinquantenne genovese con precedenti penali arrestato per il furto in casa e denunciato a piede libero per l’uccisione dell’animale. Gli agenti sono intervenuti nel palazzo dove l’uomo vive su segnalazione al 113 di alcuni vicini che hanno trovato tracce di sangue in ascensore ed hanno sentito i guaiti del cane da un balcone. Quando gli agenti sono arrivati hanno trovato il cane privo di vita su un terrazzo otto piani sotto.

L’uomo prima ha negato tutto, poi ha ammesso il furto del cane in casa della donna, sostenendo però che l’animale era caduto da solo dal balcone e affermando di essere stato morso più volte dall’animale. Nel frattempo la donna è rientrata in casa dove ha scoperto che il cagnolino era sparito ed ha chiamato il 113.

Aggiunge Genova Post:

Intervento – La polizia è giunta nel palazzo dove vive l’uomo dopo essere stata avvisata da alcuni vicini che hanno notato macchie di sangue in ascensore ed hanno sentito i guaiti del cane da un balcone.

Dichiarazioni – L’uomo prima avrebbe negato tutto, poi “ha ammesso il furto del cane in casa della donna, sostenendo però che l’animale era caduto da solo dal balcone e affermando di essere stato morso più volte dall’animale”.


TAG: ,