Blitz quotidiano
powered by aruba

Gianna Benzon si accascia sulla scrivania a scuola e muore. Aveva 52 anni

TREVISO – All’improvviso si è accasciata sulla scrivania a scuola e non si è più ripresa. E’ morta così Gianna Benzon, 52 anni, impiegata di segreteria dell’Istituto Tecnico Iacopo Sansovino di Oderzo, in provincia di Treviso.

Lunedì scorso è stata colta da un malore mentre si trovava in ufficio. A nulla sono valsi i soccorsi immediati e le cure dei medici dell’ospedale di Treviso. Mercoledì, dopo due giorni di agonia, Gianna è morta nel suo letto d’ospedale per le conseguenze di un’emorragia cerebrale che non le ha lasciato alcuna via di scampo.

Lascia il marito Carlo Leo, militare di professione, e due figlie: Genny, che è sposata e ha un bimbo, e Cristina. Quest’ultima, ancora in età scolare, frequenta proprio lo stesso istituto in cui la madre lavorava.

Gianna Benzon lascia anche la madre Fanny e la sorella gemella Monica, che vivono nella vicina Noventa, dove la famiglia Benzon è molto conosciuta e stimata.

Grande sconforto anche tra le mura scolastiche dove giovedì mattina, il dirigente, il personale, docenti e studenti l’hanno ricordata con un minuto di silenzio, interrompendo le lezioni e stringendosi in un grande abbraccio a Cristina, sua figlia, che frequenta la stessa scuola.

 


TAG: ,