Blitz quotidiano
powered by aruba

Giare (Venezia), incidente sulla strada Romea, ciclista travolto e ucciso da camion

GIARE DI MIRA (VENEZIA) – Ciclista muore travolto da un camion in un incidente stradale sulla strada statale Romea all’altezza di Giare di Mira, in provincia di Venezia. L’incidente mortale è avvenuto lunedì 10 ottobre, intorno alle 19:30.

Il ciclista, un profugo di colore ospitato all’ostello di Giare, stava percorrendo la Romea in sella ad una mountain bike quando, all’altezza del chilometro 116, è stato travolto da un camion con rimorchio. Nell’urto, avvenuto evidentemente ad una certa velocità, la borsa piena di spaghetti che il ciclista portava a tracolla si è aperta, facendo volare spaghetti dappertutto, racconta il quotidiano Il Gazzettino. Il giovane ciclista è morto sul colpo.

Riferisce il Gazzettino che

fino a tarda serata non si conoscevano ancora le sue generalità. Dovrebbe trattarsi di una persona molto giovane. Nessuno è venuto a cercarlo e con sé non aveva documenti. Molto probabilmente si tratta di un profugo di colore ospitato in un ostello che sorge nelle vicinanze, a Giare di Mira.

Il giovane stava percorrendo la Romea in direzione Mestre. Non si sa se la bici, nel momento dell’impatto, aveva i fanalini accesi. Poche decine di metri prima che il ciclista svoltasse e lasciasse la Romea per raggiungere l’ostello è avvenuto l’impatto fatale.

Il Gazzettino sottolinea che

nel punto della statale dove è successo l’incidente non c’è illuminazione e l’unica luce proviene dall’area di rifornimento carburanti, situata dalla parte opposta della strada. Il camion con rimorchio era guidato da un autista originario del sud. Seduto a fianco si trovava un’altra persona. L’autista ha dichiarato ai carabinieri di essersi trovato improvvisamente davanti la bicicletta e di non essere riuscito a schivarla.

Dopo lo scontro il giovane è finito in un fossato alla destra della strada. I medici del 118 hanno solo potuto constatarne il decesso.


PER SAPERNE DI PIU'