Cronaca Italia

Giffoni Valle Piana, chiusa nella gabbia del cane e violentata dal compagno

Giffoni Valle Piana, chiusa nella gabbia del cane e violentata dal compagno

SALERNO – Una storia di violenza arriva da Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno. Una donna di 50 anni, come riporta Il Mattino, sarebbe stata costretta dal compagno, un uomo di 44 anni, a subire violenze sessuali perpetrate per anni, almeno a cominciare dal 2013. La 50enne veniva rinchiusa dal convivente nella gabbia del cane, tra gli escrementi dell’animale, e violentata, minacciata di morte e torturata mediante lo spegnimento di sigarette sul corpo.

La donna ha trovato il coraggio di denunciare il suo aguzzino e proprio ieri, 1 febbraio, è cominciato il processo a suo carico, a cui la 50enne ha voluto presenziare. L’uomo è accusato di violenza sessuale, maltrattamento, estorsione, stalking, minaccia e ingiuria.

Stando a quanto riporta il quotidiano, le violenze sarebbero cominciate subito dopo l’inizio della convivenza. Sembra che l’uomo volesse costringere la 50enne a pagare le rate di un mutuo, intestato alla madre ma di cui beneficiava esclusivamente il 44enne.

 

To Top