Cronaca Italia

Gina Lollobrigida, nozze con Rigau non sono truffa. Assolto il marito spagnolo

Gina Lollobrigida, nozze con Rigau non sono truffa. Assolto il marito spagnolo

Gina Lollobrigida, nozze con Rigau non sono truffa. Assolto il marito spagnolo

ROMA – Il matrimonio tra Gina Lollobrigida e lo spagnolo Francisco Javier Rigau, di 33 anni più giovane di lei, non sono una truffa. Lo hanno deciso i giudici dell’ottava sezione del Tribunale di Roma che hanno assolto il catalano, finito sotto processo con l’accusa di truffa e falso per “aver con artifici e raggiri” indotto in errore l’attrice, ormai 87enne, a ratificare dinanzi a un notaio le nozze, celebrate il 29 novembre 2010 in Spagna. Rigau è stato assolto perché il fatto non sussiste.

Per l’accusa, il presunto raggiro avrebbe consentito all’uomo di realizzare un “ingiusto profitto consistito nell’acquisizione dello stato giuridico di coniuge e dei diritti alimentari e successori, in danno della Lollobrigida”. Il pm Claudia Terracina aveva chiesto la condanna dell’imputato, difeso da Michele e Alessandro Gentiloni, a otto mesi di reclusione.

Il processo è stato incentrato su un documento dell’aprile 2012 che la Lollo sosteneva di aver firmato con l’inganno perché convinta che fosse una procura che affidava per una querela di diffamazione. In realtà si trattava di un atto con il quale la “Lollo” sottoscriveva la ratifica del matrimonio, in Italia, per gli effetti civili.

Secondo le ricostruzioni del pm Claudia Terracina, il finto matrimonio si sarebbe tenuto a Barcellona con la controfigura di Gina Lollobrigida, convinta con l’inganno a firmare l’atto di matrimonio. Rigau avrebbe fatto firmare all’attrice, ormai 87enne, una procura dinanzi ad un notaio che l’autorizzava a sposare un’altra donna facente le sue veci all’altare. La Lollo avrebbe acconsentito convinta di firmare in realtà una querela. E così si è ritrovata un marito che da tre anni a questa parte rivendica la sua parte sul suo patrimonio.

Nel corso del processo l’attrice ha dichiarato di essere totalmente all’oscuro di avere contratto matrimonio con Rigau. “Le sentenze si rispettano – ha commentato Fabrizio Sigia, legale della Lollobrigida – ma è evidente che impugneremo la sentenza”.

To Top