Blitz quotidiano
powered by aruba

Gino Zaghetto aggredito sotto casa. Il figlio di 9 anni mette in fuga i ladri

PADOVA – “Dacci i soldi o le prendi”. Così Gino Zaghetto, 44 anni, è stato aggredito e malmenato sotto casa, dinanzi al figlioletto di 9 anni che lo aspettava in auto per andare a scuola. A mettere in fuga il malviventi è stato proprio quest’ultimo coi suoi piccoli pugni. E’ accaduto lunedì mattina a Cadoneghe, in provincia di Padova.

La tentata rapina si è compiuta in via Bagnoli 3, dinanzi alla trattoria pizzeria “Da Gambaro”, di cui Zaghetto è titolare. Alle 7.25 circa l’uomo, che abita nell’appartamento al piano superiore del locale, insieme con la moglie, il figlio e i genitori, è uscito di casa insieme al bambino per accompagnarlo a scuola. I due sono saliti a bordo dell’Opel Agila parcheggiata dinanzi al cancello quando, nella retromarcia, sono stati tamponati. Nel vialetto era piombata una Volkswagen Golf di colore grigio che gli ha sbarrato la strada. A bordo c’erano due uomini a volto coperto che in un battibaleno sono scesi e si sono scagliati contro il ristoratore.

Il bimbo di 9 anni, che ha assistito alla scena seduto sui sedili posteriori, ha iniziato a urlare di paura e a scagliare i suoi piccoli pugni contro gli aggressori. La pronta reazione del papà, che a suon di calci riesce a respingere il rapinatore, ha messo in fuga anche il complice. Risaliti sulla Golf, i banditi si sono dileguati a mani vuote.