Cronaca Italia

Giovane indiano rapinato e pestato a sangue sul treno Roma-Nettuno

Giovane indiano rapinato e pestato a sangue sul treno Roma-Nettuno

Giovane indiano rapinato e pestato a sangue sul treno Roma-Nettuno

ROMA – Un giovane indiano di 34 anni è stato aggredito e rapinato mentre era a bordo di un treno regionale da Roma a Nettuno, sul litorale romano. L’uomo, forse per un attacco razzista, è stato pestato da un gruppo di ragazzi italiani, che gli hanno procurato varie fratture al volto e contusioni. L’indiano si trova ricoverato all’ospedale di Anzio.

L’aggressione è avvenuta sabato 18 marzo. Appena ha potuto l’uomo ha chiesto aiuto alla polizia ferroviaria nella stazione di Lavinio, vicino ad Anzio. E, nonostante le sue condizioni, ha trovato la forza di raccontare dell’aggressioni ad opera di un gruppo di ragazzi con i quali aveva discusso sul treno per Nettuno.

Le indagini si avvalgono anche dei filmati delle telecamere di sorveglianza e si stanno cercando testimoni presenti nel vagone dove si sarebbe consumata l’aggressione. L’indiano lunedì potrebbe essere trasferito in un ospedale romano per essere sottoposto a un intervento chirurgico.

Scrive Repubblica: 

Al vaglio degli investigatori le immagini registrate dalle telecamere delle stazioni lungo la linea percorsa dal convoglio che potrebbero aver ripreso uno o più aggressori scendere dal treno. (…) Secondo una prima ricostruzione – confermata in parte dalla vittima – sarebbe stato avvicinato da un gruppo di ragazzi sul treno. E quindi aggredito a scopo di rapina. Ma i poliziotti non escludono che si sia trattato di un gesto a sfondo razzista.

 

To Top