Cronaca Italia

Giuliano Babbo morto, kosovari liberi. Procura presenta appello: “Tornino in carcere”

Giuliano Babbo morto, kosovari liberi. Procura presenta appello: "Restino in carcere"

Giuliano Babbo morto, kosovari liberi. Procura presenta appello: “Restino in carcere”

VENEZIA – Giuliano Babbo morì in un incidente stradale causato da due kosovari a San Donà di Piave. I due pirati della strada sono stati già scarcerati, ma ora la Procura di Venezia ha annunciato che presenterà un appello al tribunale del riesame affinché tornino in carcere.

Gianluca Amadori sul quotidiano Il Gazzettino scrive che Babbo, operaio di 53 anni, è morto nel frontale tra la sua auto e quella dei due cugini kosovari, tra cui Kaitaz Kukiqi che guidava senza patente:

“Il pm Carlotta Franceschetti ritiene che gli arresti domiciliari disposti dal gip Gilberto Stigliano Messuti non siano sufficienti per Kaitaz Kukiqi, il ventunenne kosovaro che, alla guida senza patente, ha perso il controllo della sua Audi A3 dopo un sorpasso azzardato, ad alta velocità, invadendo la corsia opposta.

Ed è convinta che vi siano elementi sufficienti anche per provare la responsabilità del cugino, Edmon Balaj, 26 anni (rimesso in libertà dal giudice), il quale precedeva Kukuqi a bordo di un’Alfa 147 e che, prima di lui, ha effettuato un analogo sorpasso. Secondo il pm, il comportamento di Balaj ha concorso nel provocare lo scontro mortale. Secondo il gip, che lo ha rimesso in libertà, agli atti dell’inchiesta non vi è invece alcun elemento contro il ventiseienne. Davanti al Riesame, tra qualche settimana, il pm potrà produrre gli esiti delle indagini che i carabinieri stanno effettuando per trovare conferme all’ipotesi di una gara di velocità tra le vetture dei due cugini; gara di cui, secondo il gip non vi è al momento alcuna prova”.

To Top