Cronaca Italia

Giuliano Colella, guardia giurata uccisa a Roma: tre assoluzioni dopo ergastolo

Giuliano Colella, guardia giurata uccisa a Roma: tre assoluzioni dopo ergastolo

Giuliano Colella, guardia giurata uccisa a Roma: tre assoluzioni dopo ergastolo

ROMA – Colpo di scena e sentenza completamente ribaltata in appello per l’omicidio della guardia giurata Giuliano Colella, freddato da numerosi colpi di pistola nel marzo 2014 a Roma. La I Corte d’assise d’appello ha assolto “per non aver commesso il fatto” con formula dubitativa, Vincenzo De Caro, nonché Marco De Rosa e Stefano Fedeli. I tre erano stati condannati all’ergastolo nel dicembre 2015 dalla III Corte d’assise di Roma.

Per De Caro è stato pronunciato anche l’ordine di scarcerazione. Stessa cosa per De Rosa e Fedeli, i quali però restano in carcere perché detenuti per altri reati.

Era il 27 marzo 2014 quando, poco prima delle 20, in via Rocca Cencia, periferia est di Roma, in un piazzale dove c’è un ex compattatore dell’Ama, il conducente di un autobus vide scendere da un’autovettura una persona, poi colpita da alcuni colpi di pistola. Il conducente chiamò i carabinieri, così come fece anche una donna che era andata a prendere le figlie al capolinea dell’autobus.

I militari identificarono in Giuliano Colella la vittima. Dall’esame del suo telefono e dalle dichiarazioni della moglie, le indagini furono indirizzate sull’imprenditore De Caro prima, e su De Rosa e Fedeli successivamente. Gli investigatori si convinsero che De Caro fosse il mandante e gli altri due gli esecutori materiali dell’omicidio: una svolta alle indagini la diedero anche due intercettazioni ambientali.

Per quanto riguarda il movente, fu fatto risalire alla pressante esigenza della famiglia di Colella di recuperare un credito vantato al fine di bloccare la vendita della casa di famiglia. Portati a processo, De Caro, De Rosa e Fedeli nel dicembre 2015 furono condannati all’ergastolo. Oggi, il ribaltamento di quella sentenza, e l’assoluzione. Alla lettura del dispositivo, la madre della vittima ha avuto un leggero mancamento.

To Top