Blitz quotidiano
powered by aruba

Giuseppe Di Noto muore 5 giorni dopo accoltellamento figlio

AVOLA – Morto dopo sei giorni Giuseppe Di Noto, 50 anni, per le coltellate che gli sono state inferte dal figlio Luigi, 27 anni, martedì 15 marzo ad Avola (in provincia di Siracusa). Il giovane era stato arrestato dalla polizia. L’uomo era stato sottoposto nell’ ospedale Ferrarotto di Catania a diversi interventi chirurgici, ma le sue condizioni sono peggiorate con il passare dei giorni. Futili, ricorda l’Ansa, i motivi alla base dell’aggressione avvenuta nell’abitazione di famiglia. Luigi Di Noto, mentre la madre stava ricevendo la visita di un medico, ha colpito il padre alla schiena, al torace e alla gola.

Antonio Dell’Albani aggiunge su Il Giornale di Sicilia:

L’uomo era ricoverato in fin di vita al reparto di Rianimazione dell’ospedale «Ferrarotto» di Catania, dopo essere stato sottoposto a diversi interventi chirurgici effettuati dai medici dell’ospedale «Di Maria» di Avola nel tentativo di salvarlo.

L’uomo, che di mestiere faceva l’agricoltore, è deceduto sabato intorno alle 12,45 all’ospedale catanese, per morte celebrale. Già venerdì scorso il quadro clinico di Giuseppe Di Noto era stato valutato dal personale sanitario in peggioramento, al punto che ai familiari era stato chiesto di firmare il modulo di accettazione per l’eventuale donazione di organi.


TAG: ,