Blitz quotidiano
powered by aruba

Giuseppe Diana e Luciana Corgiolu bastonati a morte. Figlio?

SETTIMO SAN PIETRO – Due persone, Giuseppe Diana e Luciana Corgiolu, sono state trovate morte nella loro casa a Settimo San Pietro, in provincia di Cagliari. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato. Pare che i due, marito e moglie, siano stati uccisi a bastonate, o comunque con un oggetto contundente. In un primo momento si era presa in considerazione anche l’ipotesi dell’omicidio suicidio. Ma i due potrebbero essere stati uccisi anche a coltellate. Gli investigatori, dopo il sopralluogo in casa, confermano che molti oggetti sono sporchi di sangue. Un particolare emerso nelle ultime ore: uno dei due figli è irrintracciabile (quello che vive a casa coi genitori) e mancherebbe l’auto di famiglia.

Sono due coniugi e sono state uccise le due vittime. Si tratta di Giuseppe Diana, di 67 anni, e Luciana Corgiolu, di 62. Scrive l’Ansa che sono stati uccisi questa mattina nella loro abitazione di Settimo San Pietro. Secondo le prime indiscrezioni si tratterebbe di un duplice omicidio, anche se non è esclusa del tutto l’ipotesi di un omicidio-suicidio. Sul posto sta operando la Polizia con gli investigatori della Squadra mobile, coordinati dal primo dirigente Alfredo Fabbrocini, gli agenti del Commissariato di Quartu, e i Carabinieri di Quartu.

Dalle prime informazioni, sembra che i coniugi siano stati aggrediti e picchiati con un oggetto contendente, forse un bastone. La scena del , secondo quanto si è appreso, risulterebbe molto confusa, segno questo che potrebbe indicare una sorta di colluttazione.

A quanto pare la scoperta è stata fatta dal fratello della donna, che non li vedeva da un paio di giorni ed era venuto a controllare se fosse successa qualche cosa. Il cadavere del 67enne è stato trovato al piano inferiore, mentre quello della donna al superiore.

Uno dei due figli adottivi delle vittime, Alessio, di 24 anni, è stato già rintracciato dalla polizia e sta arrivando nell’abitazione dei genitori. Non ci sono tracce, invece, (scrive l’Ansa) del fratello Igor, pizzaiolo di 28enne che vive nell’ abitazione della coppia uccisa. L’ultima volta è stato visto ieri sera in un bar. Non si trova nemmeno l’auto della famiglia. I conoscenti parlano di un nucleo familiare tranquillo, anche se proprio con il figlio maggiore ci sarebbero stati in passato discussioni e litigi.

Diana era un cuoco in pensione, mentre la moglie era ostetrica. Al momento non ci sono certezze sul modo in cui sono stati uccisi. Il medico legale Francesco Paribello è appena arrivato sul posto insieme al magistrato Daniele Caria.

FOTO ANSA:

Immagine 1 di 3
  • Giuseppe Diana e Luciana Corgiolu trovati morti in casa4
Immagine 1 di 3

TAG: