Cronaca Italia

Giuseppe Dibello annegato a Monopoli (Bari): “Spinto da ragazzi per una bravata”

Giuseppe Dibello annegato a Monopoli (Bari): "Spinto da ragazzi per una bravata"

Giuseppe Dibello annegato a Monopoli (Bari): “Spinto da ragazzi per una bravata”

MONOPOLI (BARI) – Sarebbe stata una bravata, se così si può definire, un brutto scherzo finito male, e non una rapina come inizialmente ipotizzato, a causare la morte di Giuseppe Dibello, l’uomo di 77 anni morto annegato dopo essere stato spinto da alcuni ragazzi dagli scogli di Cala Verdegiglio a Monopoli (Bari) nel pomeriggio di martedì 2 maggio.

All’indomani della tragedia si fa più chiara la ricostruzione di quanto accaduto, anche grazie alle dichiarazioni dell’anziano amico della vittima che era con lui quando i giovani hanno spinto Dibello e che si è salvato.

In base a quanto raccontato dall’uomo che si trovava insieme con la vittima, e che è tuttora in stato di choc dopo essere stato spinto anche lui in mare, e stando a quanto confermato dalle immagini di alcune telecamere di videosorveglianza, i due anziani sarebbero stati seguiti da due ragazzini che avevano incontrato in un bar della città fino sulla scogliera. Sarebbero poi stati aggrediti durante un diverbio, i cui motivi sono ancora in corso di accertamento.

To Top