Cronaca Italia

Gli Schutzen non saluteranno Mattarella con omologo austriaco Van der Bellen

Gli Schutzen

Gli Schutzen

BOLZANO – Non vi sarà il tradizionale festeggiamento degli Schützen con i loro archibugi storici in occasione delle celebrazioni dei 25 anni dell’autonomia altotesina, in calendario l’11 giugno a Merano, alle quali è stata annunciata la presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del suo omologo austriaco Alexander Van der Bellen.

Come ha detto il comandante dei “cappelli piumati” Elmar Thaler al quotidiano austriaco Tiroler Tageszeitung, infatti, non è stato raggiunto un accordo con il governatore altoatesino Arno Kompatscher per quanto riguarda l’esecuzione dell’Inno di Mameli, di prammatica alla presenza del Capo dello Stato.

I “cappelli piumati”, eredi delle truppe antinapoleoniche dell’eroe tirolese Andreas Hofer, infatti, avevano chiesto che al posto dell’inno italiano fosse eseguito l’Inno della Gioia, simbolo dell’Unione europea.

San raffaele

La richiesta degli Schützen – scrive il giornale austriaco – è però stata declinata e da qui il rifiuto di partecipare alla cerimonia. Pochi mesi fa aveva suscitato forti polemiche in Alto Adige la cerimonia con la quale era stato accolto il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker. Al festeggiamento, infatti, avevano preso parte Kompatscher e gli Schützen, ma nessun’altra autorità pubblica.

To Top