Blitz quotidiano
powered by aruba

Gorizia, uccide moglie malata e si impicca nel box

GORIZIA – Omicidio-suicidio a Staranzano, in provincia di Gorizia. Un uomo di 85 anni ha ucciso la moglie di 83 anni, malata di Alzheimer, e poi si è tolto la vita.

L’uomo era da tempo provato dalla gravità della malattia della moglie. In preda a una crisi di sconforto l’ha strangolata e poi si è ucciso la vita impiccandosi nel garage di casa.

A dare l’allarme è stato uno dei due figli della coppia che aveva ricevuto una telefonata dal padre nella quale gli aveva comunicato di aver ucciso la moglie. Sul posto si sono immediatamente recati i Carabinieri che hanno trovato i due corpi.

IL PRECEDENTE – Due anni fa, nel febbraio del 2014, una vicenda analoga era avvenuta a Pantigliate, piccolo Comune alle porte di Milano. Anche il quel caso un uomo uccise l’anziana moglie malata di Alzheimer e poi si impiccò nel box sotto casa.

Una mattina di febbraio di due anni fa l’uomo si era svegliato, era andato in cucina, aveva preso un grosso coltello e aveva ucciso la moglie. Poi, ancora in preda alla disperazione era sceso in cortile e si era impiccato.

A dare l’allarme in quel caso furono i vicini di casa, che avevano scoperto il corpo penzoloni dell’uomo, ormai senza vita. Anche in quel caso, secondo i carabinieri di San Donato Milanese, all’origine del gesto ci fu la malattia della donna, per lui ormai insopportabile.