Cronaca Italia

Hotel Rigopiano, Giampaolo Parete: “Ho visto la montagna cadere”

hotel-rigopiano-foto

Hotel Rigopiano, la testimonianza del superstite: “Ho visto la montagna cadere”

PESCARA – “Sono salvo perché ero andato a prendere una cosa in automobile”. Questo il racconto di Giampaolo Parete, 38 anni, che ieri ha lanciato l’allarme per la valanga che ha travolto l’Hotel Rigopiano. La moglie e i due figli di Parete sono ancora sotto le macerie dell’albergo. “È arrivata la valanga – ha detto ancora ai sanitari il 38enne, ricoverato in Rinimazione – sono stato sommerso dalla neve, ma sono riuscito a uscire. L’auto non è stata sepolta e quindi ho atteso lì l’arrivo dei soccorsi”.

“Mia moglie – racconta Giampaolo Parete – aveva mal di testa e aveva bisogno di una medicina che era in macchina. Allora sono uscito dall’albergo e sono andato in auto. Mentre tornavo verso l’hotel ho sentito rumori e scricchiolii e ho visto la montagna cadere addosso all’edificio. Ha travolto anche me, ma parzialmente. Ho visto gran parte dell’albergo ricoperto dalla neve”. “Ho provato a entrare dentro – dice ancora Parete – ma ho rischiato di rimanere intrappolato; allora mi sono aggrappato ad un ramo e sono riuscito a tornare verso la macchina. Poi ho incontrato il manutentore dell’albergo e insieme abbiamo lanciato l’allarme. Dall’interno dell’hotel non ho sentito alcun rumore o movimento”.

 

To Top