Cronaca Italia

Ikea dovrà costruire svincolo autostradale ad Afragola: lo ha deciso il Tar

Ikea dovrà costruire svincolo autostradale ad Afragola: lo ha deciso il Tar

Ikea dovrà costruire svincolo autostradale ad Afragola: lo ha deciso il Tar

NAPOLI – Ikea dovrà costruire lo svincolo autostradale diretto alla città di Afragola sul ramo dell’autostrada A1-A16 per le provenienze da Bari, Roma e Napoli. Il Tar della Campania ha accolto il ricorso del sindaco di Afragola, Domenico Tuccillo, che aveva chiesto che l’impegno assunto oltre 15 anni fa fosse rispettato dalla società. La decisione del Tar ha stupito il colosso svedese, sottolineando che il progetto era stato bocciato anche da Autostrade e di aver sempre rispettato gli accordi presi con gli enti locali e le amministrazioni territoriali.

Tutto ha inizio l’11 gennaio, quando il sindaco di Afragola annuncia vittorioso che il Tar della Campania ha stabilito che Ikea dovrà costruire lo svincolo autostradale per l’accesso al megastore della catena svedese:

2x1000 PD

“Lo ha stabilito il Tar della Campania in due diverse sentenze depositate che hanno rigettato i ricorsi di Nac e Ikea, società concessionarie dei suoli su cui oggi sorge il megastore in base a una convenzione firmata nel 2001. Ikea dovrà dare seguito a un impegno assunto oltre 15 anni fa e che qualcuno aveva dimenticato di far rispettare. Si tratta di opere compensative di urbanizzazione esterne che dovranno essere realizzate a servizio della città per un valore di oltre un milione di euro”.

Una decisione del Tar che è stata accolta con stupore dal colosso svedese che vende mobili e oggetti per la casa e che in una nota ha replicato:

“Risulta che un procedimento finalizzato ad ottenere l’approvazione dello svincolo che il Comune di Afragola le ha chiesto di realizzare dopo 13 anni dalla sottoscrizione della Convenzione urbanistica, si è concluso con esito negativo dato che, a suo tempo, le amministrazioni competenti ne hanno espressamente e definitivamente decretato la non fattibilità. Autostrade stessa ha chiesto al Tar l’accoglimento del ricorso presentato da Ikea.

Abbiamo sempre operato nel rispetto degli accordi presi e continuerà con la stessa convinzione anche in questo frangente. Dal suo arrivo in Italia e in particolare in Campania, Ikea ha sempre rispettato gli accordi presi con gli enti locali e le amministrazioni dei territori in cui opera. Napoli e Salerno sono territori chiave in cui Ikea Italia ha investito e continua ad investire in termini di sviluppo industriale, sostegno alla comunità e tutela dell’ambiente. Un impegno che si concretizza in entrambi i negozi anche a livello di impatto occupazionale diretto e indiretto, con 376 persone impiegate direttamente nel solo negozio di Ikea Afragola”.

To Top