Blitz quotidiano
powered by aruba

Gay Wedding Italia prima fiera a Roma per matrimoni omosex

ROMA-  Oltre quattromila metri quadrati e oltre cento espositori per offrire alle coppie dello stesso la possibilità di scegliere come festeggiare al meglio la loro unione. E’ il Gay Wedding Italia, la prima manifestazione fieristica a Roma dedicata alle coppie omosex  ed è arrivata cinque mesi dopo l’approvazione della legge Cirinnà che permette alle coppie omosessuali di unirsi civilmente, quasi a celebrare questa importante conquista di diritti civili . A inaugurarla, venerdì 21 ottobre all’Ergife Palace Hotel di Roma, è stata la stessa Monica Cirinnà  promotrice della legge, mentre domenica 23 ottobre, dopo tre giorni di apertura, la fiera si conclude.

Tra abiti, bomboniere, catering, viaggi, spazi dedicati alla moda – con allestimenti dedicati alle nuove collezioni e fashion show- ai gioielli, alla bellezza e al benessere, le coppie hanno potuto  trovare idee e soluzioni per festeggiare il momento dell’ufficialità del proprio legame d’amore.

I “futuri sposi” hanno potuto esplorare le proposte di professionisti del settore, valutare tutte le ultime novità per una cerimonia da sogno, accedere a sfilate delle collezioni in anteprima, raccogliere idee e suggerimenti di esperti.

“E’ dedicata ad una fascia di utenti in forte crescita” – ha spiegato l’organizzatore della manifestazione Fabio Ridolfi – “Moltissimi i matrimoni contratti all’estero da coppie gay che decidono di festeggiare in Italia al loro rientro. Grazie alla legge Cirinnà – approvata nel maggio scorso – oggi ci si può unire civilmente anche nel nostro Paese. Per tale ragione, nasce a Roma la prima wedding exposition dedicata all’organizzazione e alla tutela delle unioni civili omosessuali. Questa manifestazione, alla quale partecipano oltre un centinaio di espositori, vuole comunicare il perfetto equilibrio tra il matrimonio tradizionale e l’unione civile di recente approvazione.”

Alla manifestazione ha partecipato  la Croce Rossa di Roma, rappresentata da volontari impegnati nel dare sostegno ai ragazzi vittima di violenza in famiglia e di omofobia; nello stand informativo è illustrato il nuovo progetto Refuge Lgbt, la prima casa di accoglienza per giovani omosessuali aperta di recente nella Capitale.

La notizia dell’evento aveva suscitato la reazione del gruppo di estrema destra Forza Nuova che durante la notte della vigilia dell’inaugurazione ha esibito striscioni omofobi nei pressi dell’el Ergife, sede della manifestazione.